Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

NUTRIZIONE E PREVENZIONE

Oggetto:

NUTRITION AND HEALTH PREVENTION ISSUES

Oggetto:

Anno accademico 2021/2022

Codice attività didattica
MED3260
Docenti
Dott. Andrea Pezzana (Docente Titolare dell'insegnamento)
Dott. Taira Monge (Docente Titolare dell'insegnamento)
Prof. Franco Alessandro Fava (Docente Titolare dell'insegnamento)
Dott. Davide Giuseppe Ribaldone (Docente Responsabile del Corso Integrato)
Corso di studio
[f007-c318] laurea i^ liv. in dietistica (abilitante alla professione sanitaria di dietista) - a torino
Anno
3° anno
Periodo
Da definire
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
MED/09 - medicina interna
MED/49 - scienze tecniche dietetiche applicate
SPS/07 - sociologia generale
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Obbligatoria
Tipologia esame
Scritto ed orale
Prerequisiti
Aver superato le propedeuticità stabilite dal CdL.
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

Il Corso di Nutrizione e prevenzione propone un approccio olistico ed evidence-based alle patologie sensibili alla dieta e agli stili di vita, utilizzabile sia nei percorsi di prevenzione primaria sulla popolazione, che su gruppi a rischio o ancora in ambito clinico di prevenzione secondaria.
Obiettivo di questo corso è pertanto illustrare e sperimentare gli strumenti tecnici e le conoscenze dietetiche propedeutiche, affiancate all'analisi critica di corrette metodologie di intervento e all'acquisizione di competenze sulle capacità di analisi dei contesti di intervento e sulla conseguente adozioni di metodologie idonee, nonchè della conoscenza dello sviluppo culturale del cibo nel contesto sociale.
 
The course in Nutrition and Disease Prevention is planned to offer a holistic and evidence-based approach to diseases related to diet and lifestyle, which will be useful in both primary prevention (population and selected subgroups at risk) and secondary prevention in clinical activity.
The objective of the course is to study and test technical instruments and dietetic preliminary knowledge, the critical study of appropriate methods to be used in different settings, as well as knowledge of the cultural development of food in the social context.      

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine del Corso lo studente dovrà avere sviluppato le seguenti capacità:

Conoscenza e capacità di comprensione:

-capacità di individuare e applicare opzioni e strategie di intervento secondo i principi dell’EBM per favorire l’adozione di un modello alimentare sostenibile nell’ambito della prevenzione primaria o secondaria di patologie sensibili alla dieta e allo stile di vita per singoli individui o gruppi;

-capacità di valorizzare la funzione dell’alimentazione come fattore culturale ed espressione delle molteplici diversità sociali e religiose, nonché il cibo come importante fattore di relazione ed integrazione sociale

Conoscenza e capacità di comprensione applicate:

-capacità di conoscere e comprendere l’evoluzione storica, culturale ed antropologica dei concetti di salute, malattia e cura;

 -capacità di conoscere e comprendere il ruolo del cibo e dell’alimentazione nell’ambito di un contesto sociale;

-capacità di leggere i fenomeni della società e collocarsi come professionisti della salute in una prospettiva sociale tenendo conto delle diverse determinanti;

- capacità di conciliare i contenuti tecnico-scientifici della Dietetica e Nutrizione con una visione "One health", correlandoli alle più innovative istanze eco-ambientali sia per aspetti clinico-preventivi, che di promozione della salute e del benessere cibo-correlato;

-capacità di conoscere e comprendere le fonti scientifiche anche da un punto di vista metodologico e compilativo, al fine di esaminare il rapporto tra stile di vita, alimentazione e salute;
-capacità di capire i fattori che determinano le scelte alimentari e il rapporto tra esercizio fisico, fattori ambientali e sviluppo di malattia;

-capacità di offrire strategie di intervento al singolo o a gruppi di popolazione sull’adozione di un modello alimentare sostenibile;

-capacità di descrivere ed utilizzare modelli alimentari atti a ridurre il rischio di patologie legate all’alimentazione ed allo stile di vita;

-capacità di capire come gli studi epidemiologici, descrittivi e analitici, possano essere utilizzati al fine di esaminare il rapporto tra alimentazione e salute, mostrare dimestichezza con gli aspetti demografici, sociali ed economici della vita, sia a livello locale, che europeo e capire quali ripercussioni possano avere in campo sanitario;

-sapere utilizzare banche dati (es. PubMed, EMBASE, CHINAIL) e individuare i livelli di evidenza di raccomandazioni;

-saper identificare la migliore evidenza nella letteratura scientifica e linee guida;

Autonomia di giudizio:

-acquisire consapevole autonomia di giudizio nel valutare i risultati della ricerca e le linee guida potenzialmente applicabili alla propria attività;

-sapere applicare ed integrare i risultati della valutazione critica della ricerca alla propria pratica professionale: valutare il contesto di applicazione, considerare criticamente le evidenze scientifiche in base alla loro validità e applicabilità;

-valorizzare la funzione dell’alimentazione come fattore culturale ed espressione delle molteplici diversità sociali e religiose, nonché il cibo come importante fattore di relazione ed integrazione sociale

Abilità comunicativa:

-saper comunicare le migliori evidenze scientifiche in ambito di dietetica e nutrizione clinica alla popolazione generale e ai pazienti, comunicando in maniera semplice ed efficace contenuti scientificamente rigorosi, adeguandosi al contesto socioeconomico ed all’età del gruppo/singolo cui ci si rivolge;

-saper utilizzare diversi modelli comunicativi, sia in presenza che in remoto, tramite l’utilizzo degli strumenti tecnologici, dei social media e dei modelli comunicativi più attuali;

-saper fornire informazioni basate sulle evidenze scientifiche in diversi ambiti culturali, sociali e religiosi;

Capacità di apprendimento:

-acquisire capacità autonome di apprendimento e di autovalutazione della propria preparazione, atte ad intraprendere gli studi successivi con un alto grado di autonomia.

At the end of the course, students must have developed the following skills:

Knowledge and understanding:

-ability to identify and apply intervention options and strategies according to the principles of EBM to promote the adoption of a sustainable dietary model in the context of primary or secondary prevention of diet and lifestyle-sensitive diseases for individuals or groups;

- ability to enhance the function of food as a cultural factor and expression of the many social and religious differences, as well as food as an important factor of relationship and social integration

Applied knowledge and understanding:

-ability to know and understand the historical, cultural and anthropological evolution of the concepts of health, disease and care;

-ability to know and understand the role of food and nutrition in a social context;

-ability to read the phenomena of society and position themselves as health professionals in a social perspective taking into account the different determinants;

-ability to reconcile the technical-scientific contents of Dietetics and Nutrition with a "One health" vision, correlating them to the most innovative eco-environmental instances both for clinical-preventive aspects, and for the promotion of health and food-related well-being;

- ability to know and understand scientific sources also from a methodological point of view, in order to examine the relationship between lifestyle, nutrition and health;

-ability to understand the factors that determine food choices and the relationship between physical exercise, environmental factors and disease development;

-ability to offer intervention strategies to the individual or to population groups on the adoption of a sustainable food model;

-ability to describe and use dietary models designed to reduce the risk of diseases related to nutrition and lifestyle;

- ability to understand how epidemiological, descriptive and analytical studies can be used in order to examine the relationship between food and health, and the demographic, social and economic aspects of life, both at local and European level and to understand what repercussions they may have in the health field;

- know how to use databases (e.g., PubMed, EMBASE, CHINAIL) and identify the levels of evidence of recommendations;

- know how to identify the best evidence in the scientific literature and guidelines;

Making judgements:

- acquire conscious autonomy of judgment in evaluating the results of the research and the guidelines potentially applicable to its activity;

- know how to apply and integrate the results of the critical evaluation of research to one's professional practice: evaluate the context of application, critically consider the scientific evidence according to its validity and applicability;

- enhance the function of food as a cultural factor and expression of the many social and religious differences, as well as food as an important factor of relationship and social integration

Communication skills:

-know how to communicate the best scientific evidence in the field of dietetics and clinical nutrition to the general population and patients, communicating in a simple and effective way scientifically rigorous contents, adapting to the socio-economic context and the age of the group / individual to which it is addressed;

- know how to use different communication models, both in presence and remotely, through the use of technological tools, social media and the most current communication models;

- know how to provide information based on scientific evidence in different cultural, social and religious fields;

Learning skills:

-acquire autonomous learning skills and self-assessment of one's own preparation, suitable for undertaking further study courses with a high degree of autonomy.

 

 

Oggetto:

Programma

Nutrizione Clinica Preventiva
Cibo e salute: concetti di riferimento e analisi di alcuni documenti (WHO, FAO, UNICEF)
la nutrizione clinica preventiva tra EBM ed EBHP: ambiti di applicazione, strumenti, ricadute
analisi critica e comparativa di alcuni documenti di indirizzo e linee guida: linee guida INRAN, WCRF/AICR, NCEP, USDA
analisi di alcuni progetti e percorsi basati su modificazione dello stile di vita e dell'alimentazione, valutandone aspetti metodologici, effetti attesi e reali, punti di forza e criticità
sostenibilità cibo-correlata e sviluppo sostenibile: documenti di posizione e rassegna di esperienze innovative
etica della prevenzione e ruolo del dietista nella nutrizione clinica preventiva

Scienze Tecniche Dietetiche 12
Significato di prevenzione. Le competenze del  Dietista nell'ambito della prevenzione in area clinica. Opzioni e strategie di intervento del Dietista, secondo i principi del l'EBPH, per favorire l'adozione di un modello alimentare sostenibile nell'ambito della prevenzione.

Ruolo del dietista nei progetti di educazione sanitaria per favorire uno stile di vita attivo e l'utilizzo dell'attività fisica come strumento per la loro realizzazione.

Esempi di applicazione delle comptetenze del Dietista nell'area della prevenzione primaria, secondaria e terziaria attraverso la presentazione di progetti comunitari, nazionali e locali e dei lorro metodi e strumenti utilizzati per la realizzazione.

Esempi di prevenzione terziaria legata a patologie tumorali pregresse con particolare riferimento alle linee guida WCRF/AICR. 

Sociologia della Salute

L'"occhio" sociologico, come un sociologo analizza la complessità sociale.

Elementi di sociologia rilevanti per le professioni sanitarie.

Evoluzione nel tempo dei concetti di salute e di malattia e dei modelli di cura.

I principali indirizzi di pensiero sul ruolo del cibo e dell’alimentazione nelle relazioni sociali.
Il condizionamento sociale delle scelte alimentari e la rilevazione dei consumi in Italia.
L’influenza del cibo nella formazione dell’identità sociale individuale e disparità  sociali  nei
consumi alimentari.
L'organizzazione storico-sociale del commercio alimentare e la rappresentazione del cibo nella società contemporanea.

L'organizzazione del commercio del cibo nei suoi diversi format: dai supermercati ai fast food.
Aspetti simbolici della rappresentazione del cibo nelle tradizioni religiose più diffuse.

Linee Guida e Medicina Basata sulle Evidenze
Introduzione alla Medicina basata sulle prove di efficacia
Le rassegne sistematiche della letteratura e le metaanalisi
Le linee-guida e la loro valutazione critica
L'integrazione tra prove scientifiche e contesto nella decisione clinica:
La scrittura di un protocollo di ricerca

Prevention and Clinical Nutrition
Food and health: data analysis concepts and reference of some documents (WHO, FAO, UNICEF)
EBM in clinical nutrition and preventive EBHP: areas of application, tools, effects
Comparative and critical analysis of some policy documents and guidelines: INRAN, WCRF / AICR, NCEP, USDA Guidelines
Analysis of projects based on lifestyle modification and nutrition, assessing methodological aspects, expected effects and real strengths and weaknesses
Food-related sustainability and sustainable development: position papers and review of innovative experiences
Ethics of prevention and the role of the dietician in preventive clinical nutrition.

Dietetics 12
Definition of prevention
The role of the Dietician in prevention strategies within the clinical area
Options and intervention strategies of the Dietician, according to the principles of EBPH, to promote sustainable food models as well as improve prevention. The role of the Dietician in health education projects to promote an active lifestyle and the use of physical activity as a tool fo their realization.
Examples of primary, secondary and tertiary prevention skills by presenting community, national and local projects and the methods and tools for their realization. Examples of tertiary prevention related to previous cancer, with particular reference to WCRF/AICR guidelines.

Sociology Of Health And Illness
The sociological "eye", as a sociologist analyzes social complexity.

Elements of sociology relevant to the health professions.
Concepts of health and illness and care delivery models.
The main facts as to the role of food and nutrition in social relationships.
Social conditioning of food choices and the primary measures of consumption in Italy.
The influence of food in the formation of the individual and social disparities in food consumption.
The historical social organization of food trade and the representation of food in contemporary society.

The organization of food trade in its different forms: to supermarket to fast foods. 

Symbolic food representation aspects in the most widespread religious traditions.

Evidence-based medicine and clinical guidelines
Introduction to the principles of Evidence-Based Medicine
Systematic literature reviews and meta-analysis
Guidelines and critical review
Integration of scientific evidence and clinical decision making
How to write a research protocol

Oggetto:

Modalità di insegnamento

L’insegnamento (6 CFU) prevede complessivamente 72 ore di didattica frontale che prevedono una forte componente interattiva tra docente e studenti.
La frequenza alle attività è obbligatoria; per poter sostenere l’esame lo studente deve aver frequentato il almeno il 70% delle ore previste.

The course is articulated in 72 hours of formal in‐class lecture time including oral interaction and group discussion. Students are required to attend at least 70% of the hours in order to take the final exam.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Il raggiungimento dei risultati attesi viene verificato attraverso le seguenti  prove:
Modulo di Nutrizione Clinica Preventiva
l'esame è composto di 3 parti valutata ognuna 10 punti:
una prima parte di 10 domande a scelta multipla (una sola corretta)
una seconda parte comprendente due domande aperte (5 punti il valore di ciascuna)
una terza parte (10 punti) in cui si richiede la descrizione dell'impianto e dei riferimenti bibliografici di un intervento di nutrizione preventiva a partire dalla descrizione del contesto e delle finalità.
Modulo di Sociologia della Salute
una relazione individuale di almeno 3000 battute (spazi compresi) ed eventuale power point a supporto dell'esposizione. La relazione verterà su di un tema a scelta del candidato trattato durante il corso di Sociologia;
Modulo di Scienze Tecniche Dietetiche 12
prova scritta costituita da 15 domande (1 punto il valore di ciascuna) con risposta a scelta multipla (una sola corretta) e 3 domande aperte (5 punti il valore di ciascuna);
Modulo di Linee guida e Medicina Basata sulle Evidenze
Prova scritta costituita da un elaborato redatto da gruppi di studenti che dovranno identificare il livello di evidenza disponibile in merito a uno specifico quesito della ricerca.
Il voto finale viene definito mediante media ponderata dei 4 moduli ed il voto finale viene espresso in trentesimi.

The final exam consists of the following four modules:
Prevention and Clinical Nutrition
The exam consists of 3 parts, each worth 10 points:
first part consisting of 10 multiple choice questions (one correct answer only)
second part consisting of 2 open questions (5 points each)
third part consisting of an evidence-based nutritional intervention and description (10 points)
Sociology of Health
An individual report of at least 3000 beats (space included) and eventual power points to support the show. The report will focus on a chosen theme of the candidate treated in Sociology.
Dietetics 12
The exam consists of 15 multiple choice questions (one correct answer only), and 3 open questions (5 points each).
Evidence-based Medicine and Clinical Guidelines
The exam consists on the production by groups of students of a brief paper on the level of evidence relative to a specific research question.
The overall and final mark will be calculated based on the four modules of the course and will be expressed in thirties.

Oggetto:

Attività di supporto

Ad integrazione della didattica frontale sono previste anche delle ore di esercitazioni di Scienze Tecniche Dietetiche (circa 20 ore) per l’acquisizione di specifiche competenze nell’ambito della prevenzione nutrizionale (Laboratorio Cucina).
Per tali attività è previsto l’obbligo di frequenza pari al 100% delle ore previste che sono riconosciute allo studente come ore di tirocinio.

Students will be requested to attend extracurricular activity in the Cooking and Kitchen Lab (20 hours). Students are required to attend 100% of the hours and these hours will be considered part of their activity training program.  

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

Materiale didattico in forma di& dispense e riferimenti bibliografici verranno distribuiti/comunicati durante il corso. Materiale didattico in forma di& dispense e riferimenti bibliografici verranno distribuiti/comunicati, resi disponibili sulla piattaforma, durante il corso.

Franco A. Fava (2016). Le Fabbriche del retail. Milano, Franco Angeli

Texts, references, guidelines and specific papers will be recommended and made available on the school platform during the lessons.

Franco A. Fava (2016). Le Fabbriche del retail. Milano, Franco Angeli.



Oggetto:

Note

L'insegnamento sarà tenuto in aula in presenza, ma a causa dell’emergenza sanitaria dovuta a COVID 19 verrà anche erogato on-line in diretta streaming tramite la piattaforma Webex esclusivamente per studenti seriamente impossibilitati a partecipare in presenza.

 

The teaching will be held in the classroom in person, but due to the health emergency due to COVID 19 it will also be provided online in live streaming via the Webex platform exclusively for students seriously unable to attend in person.

 

Oggetto:

Moduli didattici

Registrazione
  • Aperta
    Apertura registrazione
    01/03/2020 alle ore 00:00
    Chiusura registrazione
    31/12/2022 alle ore 23:55
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 16/11/2021 14:46
    Non cliccare qui!